L’Uomo Del Mare

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Giacomo Costanzo.

Avanti e indietro,
avanti e indietro,
così l’uomo del mare affrontò tutta la sua vita,
come le onde, che d’inverno si spezzano sul cemento dell’antemurale
e che d’estate rendono nudo il fondale.

Senza paura scelse il suo mestiere
indossando quella strana armatura
salvò vite, ricordi e storie da raccontare,
ma era un uomo di poche parole
il suo cuore forse, rimane conservato negli abissi
come la terra protegge le proprie radici.

Avanti e indietro,
avanti e indietro,
l’uomo del mare conobbe la guerra, la povertà, la solitudine,
ma nulla scalfì i suoi princìpi, i suoi valori e la sua dignità.

Conobbe tutto questo, ma il tutto fu lasciato alle spalle,
sepolto da un carattere taciturno e troppo orgoglioso,
tentando di voltare pagina come fa la primavera
sapendo però, che tornerà l’inverno.

E avanti e indietro,
e avanti e indietro,
e l’uomo del mare si scoprì immortale
lasciando il suo corpo alla terra
e la sua anima al mare
se ne andava l’ultimo palombare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: