Sabina Piras

I miei racconti…

Era Digitale

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Sabina Piras. Giochiamo a rincorrerci come bambini,  senza paura neanche di ferirci. Senza più bisogno d’incontrarci evitando tutti gli ostacoli.  Abbiamo perso il senso del ritrovo l’emozione di perderci il sonno di viverci per davvero in un finto castello in quest’era dove…

Vota:

Leggi Tutto

Invecchiare

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Sabina Piras. I miei occhi ormai offuscati vedon orizzonti appena celati e una voce pacata ma tremante svela un’età sempre più incalzante. Sospinta dal vento la tristezza mi afferra col suo fardello mentre il tempo scivola via in un’estate di malinconia. Povero…

Vota:

Leggi Tutto

L’Ultima Alba

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Sabina Piras. Spio il tuo viso cupo, le rughe che ti solcano dappertutto, un’espressione di vita preoccupata mentre stringo la tua mano rugosa e screpolata; il corpo curvo e dolorante steso su un letto ormai incurante… Non più pace per il tuo…

Vota:

Leggi Tutto

Roma

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Sabina Piras. Sogno un viaggio sulla città eterna, Roma.L’ultima volta che sono andata ero poco più di una bambina, ricordo il viaggio in nave, la cabina, le scale del palazzo per raggiungere l’appartamento di mia nonna, poi più nulla. I miei nonni…

Vota:

Leggi Tutto

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Sabina Piras (Scrittrice)

Buongiorno! Mi chiamo Sabina Piras…
Ci sono tante storie che andrebbero raccontate, lette; storie di persone che hanno sofferto, hanno combattuto, hanno vinto. La mia storia è differente… Perché è la storia normale di una persona che ha sempre vissuto in modo semplice ma che ama sognare esageratamente. Sono la seconda genita di quattro figli, quella che arrivava sempre seconda in tutto, che aveva mille fobie e si faceva tante paranoie. Preferivo stare sempre dietro le quinte (e non a dirigere) ma più che altro a rintanarmi nel mio mondo, e il mio carattere schivo mi ha sempre impedito di esternare apertamente le mie emozioni. E per questo che ho cominciato a scrivere, nella scrittura potevo e posso esprimermi meglio senza balbettare o sembrare impacciata; tenevo per me i miei scritti, come una sorta di diario diventando col tempo una necessità, e aiutandomi nei tanti piccoli “traumi” che una ragazzina può avere. Da qualche anno ho cominciato a condividere qualche mia opera nel web, sempre con molta cautela ma sogno di pubblicare un mio libro un giorno. Oggi mi ritrovo con immenso piacere sposata ad un uomo meraviglioso (da quasi 24 anni) col quale condivido con lui anche il lavoro, abbiamo una barca da pesca dove siamo imbarcati entrambi, abbiamo 3 figli avuti a 3 anni di distanza gli uni agli altri… in perenne crisi adolescenziale, ma va bene così.

Iscriviti al nostro blog

Ricevi i nuovi contenuti direttamente nella tua casella di posta.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: