Va Bene

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Marinella Pucci.

Tango

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Marinella Pucci.

Amore per te.
Tu che sai darmi emozioni,
Ti lasci usare da chi
Scopre il tuo potere.
Sei bellezza profonda.
Li pronto a consolare cuori infranti e a dare conforto e a far sorridere e gioire.
Mi rattristo.
So che non sei tu a tradire.
Lo è chi piccolo e insignificante nel mondo, trova in te il potere.
Si sa che il poter cambia gli animi.
Mille sguardi incalzanti.
Ventagli agitati nell’aria.
È il momento di prendere posto in pista,
o a restare seduti in attesa di quel momento in cui ci si perde in un abbraccio,
Immersi nella profondità di due cuori comunicanti a provare l’ebrezza di sentirsi vivi.
Sorrisi veri o maschere sorridenti.
Sradicato del significato per cui ti sei fatto strada in quei luoghi frequentati da uomini soli bisognosi di connessione sociale per cui sei nato nel lontano periodo dell’emigrazione.
Anime sole, bisognose di un abbraccio consolatore.
La tua magia si sciupa nelle mani di chi ti usa per soddisfare ego e narcisismo.
In fondo sei lo specchio della società con i suoi lati belli ed oscuri.
La melodia va, inebria la mente
In una folla di gente, mi perdo nei miei pensieri e continuo ad amarti perché so che puoi arrivare ancora e donarti.

Chi Sei Per Me

Questo articolo è stato scritto e pubblicato da Marinella Pucci.

Chi sei per me
Non lo so dire sai?
Un atomo che si è mosso nel mio spazio vitale a svolgere le sue mansioni mentre lo scorrere della vita con i suoi cambiamenti ci ha portati ad avvicinare ed allontanare i nostri nuclei.
Eppure il lavorio doveva servire a costruire molecole di una famiglia.
Nessuno ti ha insegnato come si doveva fare ed è per questo che non è stata perfetta.
La perfezione.
Non lo sai che è il metro che porta a giudizi severi e contro cui non si vince mai?
Allora per una volta voglio essere imperfetta.
Accettare gli errori, le mancanze, le assenze e prepotenze.
Ricordare i sorrisi e dimostrazioni d’affetto
nel voler condividere quello spicchio di arancia che hai sbucciato per te e che ora insisti nel voler dare a me.
Siamo atomi di una molecola che costruisce la materia.
Se un tempo potevamo occupare lo stesso spazio ora saremo fermioni:
mattoncini di materia dell’universo, ed è così che costruiremo il nostro nuovo legame caro papà.